L’Organizzazione accoglie e soddisfa le primarie necessità di persone con povertà estrema.

“Con umiltà e con forza vogliamo costruire ogni giorno prospettive di speranza per tanti uomini e donne che vedono offese e calpestate la propria dignità e la propria vita.”

LA CASA DI STEFANIA è una delle nostre iniziative: una casa di Accoglienza e Solidarietà, un nido sicuro per offrire calore e affetto a donne in difficoltà e bambini abbandonati che, fin dai primissimi giorni di vita, hanno già conosciuto maltrattamenti e abbandono. Una struttura che dà ospitalità temporanea a donne sole o con figli minori a carico, che si trovino in situazioni di emergenza abitativa, di disagio e di marginalità sociale, magari perché non hanno un lavoro, o un valido  supporto familiare o  sono state vittime di violenza.

Vi prestano il loro servizio alcuni volontari con la finalità di sostenere le madri nell’educazione dei figli, di aiutarle nelle incombenze quotidiane e nelle varie necessità burocratiche e lavorative, di seguire l’andamento scolastico dei bambini e di proporre momenti di animazione del tempo libero secondo un progetto educativo.
Il progetto di accoglienza prevede la realizzazione di obiettivi specifici come l’apprendimento della lingua italiana, la formazione professionale, l’orientamento lavorativo, la ricerca del lavoro, l’accompagnamento alla conoscenza del territorio e dei servizi presenti, alla gestione della casa, il supporto nell’educazione dei figli, la mediazione di eventuali conflitti, la tutela legale.

Per le donne che entrano nella casa di accoglienza disoccupate è previsto un affiancamento nella ricerca del lavoro e la possibilità di attivare una borsa lavoro in collaborazione con il servizio sociale referente.

Per le donne che già hanno un lavoro regolare l’intervento consiste nel sostenere la madre nel coniugare gli impegni lavorativi con i bisogni dei figli.

 

Send this to friend